Nel percorso evolutivo, i settori di attività si sono ampliati a partire dal servizio sanitario di trasporto in ambulanza. Le prime fasi di sviluppo vedono la presenza esclusiva di questo ambito di attività. Attorno alla Parrocchia si sviluppano infatti gli altri gruppi che assorbono interessi e attività specifiche rivolte ai giovani, agli anziani, ai disabili ecc. È nel 1996, con la nascita della protezione civile che inizia il percorso di differenziazione dei settori di intervento. La protezione civile, come detto, genera nuovo impulso all’associazioni, partecipazione e riconoscimento da parte della comunità.

A partire dal 1999 si apre invece quello che è diventato ad oggi l’ambito prevalente di intervento della Misericordia, l’assistenza agli immigrati. Prima il campo di accoglienza dei kosovari, poi il costante impegno per fronteggiare gli sbarchi di immigrati sulle coste, l’attività svolta all’interno del campo profughi, oggi l’impegno gestionale del Centro di Permanenza Temporanea. Ma è ancora il 2001 a segnare il passaggio a una diversificazione massiccia dei settori di intervento, conseguente frutto dell’incorporazione nella Misericordia dei diversi gruppi e associazioni. A partire da qui un impegno più marcato verso anziani, disabili, giovani, famiglie, senza aver perso e anzi consolidando l’impegno in ambito socio-sanitario e di protezione civile.