Share

Costituita la “Federazione Interregionale delle Misericordie della Calabria e della Basilicata”

Si è formalmente costituita domenica mattina, 26 ottobre 2014, a Isola Capo Rizzuto, la “Federazione Interregionale delle Misericordie della Calabria e della Basilicata”. Una data importantissima, che segna l’inizio di una maggiore autonomia giuridica e amministrativa delle Misericordie Calabro-Lucane, che rimangono comunque di fatto, l’articolazione regionale della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia.

Ad essere eletto all’unanimità Presidente della Federazione, Leonardo Sacco, che ha fortemente voluto e incoraggiato la nascita dell’associazione (si tratta infatti di un’associazione di volontariato apartitica e senza scopo di lucro), anticipando la nascita delle altre Federazioni italiane, che finora hanno visto la costituzione solo di quella Toscana.

Alla presenza del notaio, Mario Capocasale, ieri si sono formalmente costituiti 30 rappresentanti legali delle comparenti Misericordie Calabro-Lucane, facenti parte del coordinamento, sulle 35 esistenti che potranno successivamente associarsi. Si tratta delle Misericordie di: Isola Capo Rizzuto (Kr), Gioiosa Ionica (Rc), Reggio Calabria (Rc), Soverato (Cz), Lamezia Terme (Cz), Belcastro (Cz), Papanice (Kr), Crotone (Kr), Cutro (Kr), Rocca di Neto (Kr), Cerenzia (Kr), Cirò (Kr), Strongoli (Kr), Rotonda (Pz), Cirò Marina (Kr), Ruvo del Monte (Pz), Grassano (Mt), Francavilla in Sinni (Pz), Maschito (Pz), Trebisacce (Cs), Verbicaro (Cs), Rocca Imperiale (Cs), Cassano allo Ionio (Cs), Oriolo Calabro (Cs), Scala Coeli (Cs), Cosenza (Cs), San Marco Argentano (Cs), Malvito (Cs), Sant’Agata d’Esaro (Cs) e San Sosti (Cs).

L’amministrazione della Federazione è affidata ad un Consiglio direttivo (formato da otto membri oltre al Presidente), che dura in carica quattro anni ed i suoi membri sono rieleggibili. Sono stati eletti ieri per il Coordinamento zonale di Crotone, Francesco Rugero e Giuseppe Salerno; Coordinamento zonale della Basilicata, Antonio Santoro e Alfonso Gianni Morrone; Coordinamento zonale Catanzaro-Reggio Calabria, Giovanni Scalzo e Antonietta Cutruzzulà; Coordinamento zonale di Cosenza, Rosalba Maiuri e Rocco Acri. E’ membro di diritto del Consiglio Direttivo anche il Presidente pro-tempore della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. Per quanto riguarda invece la vigilanza sulla regolarità contabile e sulla gestione della Federazione, viene affidata ad un collegio dei revisori dei conti, eletti sempre nella seduta di ieri, nelle persone di: Rosario Gangale (Presidente), Antonio Nardozza, Angelo Cuzzola, Francesco Aragona e Arnaldo Maione.

Per il collegio dei probiviri, invece, sono stati eletti: Adriano Ruggiero (Presidente), Felice Antonio Visconte, Antonio Riccelli, Angela Campolo e Fabrizio Pontieri. All’unanimità è stata poi individuata nella persona di don Edoardo Scordio, la figura di correttore spirituale della Federazione, la cui nomina sarà formalizzata, come previsto dallo statuto, dopo aver sentito il parere del Correttore della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. Compito del correttore, sarà quello di curare che gli indirizzi generali si mantengano aderenti all’ispirazione cristiana, presiedere alla formazione spirituale degli appartenenti alla Federazione e tenere i rapporti con gli ordinari diocesani ed i Correttori delle Associate. Il correttore potrà partecipare inoltre, con voto consultivo, alle riunioni dell’Assemblea e del Consiglio direttivo.

La Federazione, come previsto dallo statuto, dovrà operare nel rispetto dei principi ispirati dal Magistero della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, a sostegno delle opere di misericordia, affinché tutto il Movimento delle Misericordie calabresi e lucane possa sempre meglio e concretamente testimoniare, attraverso le opere, l’amore per i fratelli, come testimonianza dell’amore per Dio. Essa si impegna a contribuire all’analisi dei processi e delle cause di emarginazione e di abbandono dei sofferenti e a promuovere, nei propri settori d’intervento, i diritti primari alla vita, la dignità umana e la salute, nonché a realizzare opera di formazione, di prevenzione, di educazione sociale e sanitaria e di solidarietà, per la crescita civile, culturale e religiosa della società a misura d’uomo.

La Federazione per il raggiungimento degli scopi indicati esercita i seguenti compiti: promuovere e valorizzare, in ambito regionale, il volontariato cristiano secondo l’ispirazione del Movimento delle Misericordie, promuovendo la costituzione di nuove Associate e la loro affiliazione a Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia; tutelare i diritti e gli interessi degli Associati in sede regionale rappresentandoli nei confronti delle autorità civili ed ecclesiastiche della Regione; promuovere la formazione dei quadri dirigenti degli Associati e la preparazione tecnica dei confratelli; assistere gli Associati aderenti nelle trattative con gli organi regionali, provinciali e locali per addivenire alla gestione dei servizi che gli enti pubblici intendono loro affidare; stipulare accordi, convenzioni e contratti in nome e per conto degli Associati del territorio regionale o di alcuni di essi, anche per lo svolgimento di servizi e di attività che essi intendano esercitare in forma congiunta; collaborare, per il raggiungimento dei rispettivi scopi statutari, con le corrispondenti articolazioni decentrate della Consociazione nazionale dei gruppi donatori di sangue “Fratres” delle Misericordie d’Italia previa formale autorizzazione da parte degli organi nazionali della Consociazione medesima.

La Federazione potrà inoltre per lo svolgimento delle attività sociali e dei servizi alla persona, partecipare a gare indette da pubbliche amministrazioni e sottoscrivere i relativi contratti. Per il raggiungimento dei propri scopi la Federazione si avvale di qualsiasi strumento utile: in via esemplificativa e non tassativa, può gestire direttamente o costituire e partecipare ad enti – anche svolgenti attività commerciale, purché con responsabilità limitata per i soci alla partecipazione sottoscritta – ed organismi locali, organizzare iniziative culturali, formative, informative e strutture operative per diffondere ed affermare i principi contenuti nello statuto, anche mediante l’edizione di stampe. Sempre in funzione del raggiungimento dei propri scopi – e nel rispetto delle leggi di settore – la Federazione potrà, sempre con carattere esemplificativo e non esaustivo: compiere operazioni mobiliari ed immobiliari, stipulare contratti, accordi, convenzioni, sia con la Pubblica Amministrazione che con privati, partecipare ad altre associazioni, enti aventi scopi simili e/o connessi ai propri, sia direttamente che indirettamente; assumere finanziamenti pubblici e privati; stipulare mutui; stipulare e concedere fideiussioni ed ipoteche, anche a favore di terzi; ottenere fidi bancari; accettare donazioni, legati ed assumere la qualità di erede con beneficio di inventario.

A conclusione dell’assemblea costitutiva della Federazione, è stata inoltre deliberata l’adesione al costituendo Consorzio opere di Misericordia, promosso dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie, al fine di promuovere lo sviluppo e la razionalizzazione di alcuni servizi dei consorziati come espressamente concordati e di fornire loro servizi d’impresa coordinando e ottimizzando i servizi rivolti alla popolazione, stipulando convenzioni con Enti pubblici e privati nell’interesse dei consorziati aderenti.

L’album fotografico:

Misericordia Isola Capo Rizzuto ha aggiunto 37 nuove foto all’album: Federazione Interregionale delle Misericordie Calabria-Basilicata — presso Casa Rosmini, Capo R.

Organizzazione no profit · Piace a 5.986 persone

· 26 ottobre 2014 ·