Share

Dossier sull’immigrazione 2017, presente anche la Misericordia di Isola Capo Rizzuto

C’era anche la Misericordia di Isola Capo Rizzuto alla presentazione del Dossier Statistico sull’immigrazione, relativo all’anno 2016. L’associazione ha partecipato con una nutrita delegazione, presenti le direttrici del CDA, l’ufficio progetti, l’ufficio stampa e i ragazzi del servizio civile, guidati dal governatore Leonardo Sacco.

L’evento, promosso dalla Questura di Crotone, si è tenuto mercoledì mattina presso la scuola “Pertini – Santoni”, nella città pitagorica. Il Dossier è stato realizzato dal Centro Studi e Ricerche Idos e dal Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’Unar, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, in partenariato con la Rivista interreligiosa Confronti, e con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese- Unione della Chiese metodiste e valdesi. L’evento, relazionato dalla giornalista Giusy Regalino, si è aperto con i saluti istituzionali del prefetto Vincenzo De Vivo, del questore Claudio Sanfilippo e del sindaco Ugo Pugliese, oltre al dirigente scolastico Vito Sanzo che ha salutato i presente nelle vesti di “padrone di casa”. Ad aprire i lavori ufficialmente è stata Maria Antonia Spartà, la dirigente dell’ufficio Immigrazione di Crotone. A seguire si sono susseguiti numerosi altri interventi e le relazioni statistiche dei rappresentati del centro studi e ricerche Idos. I dati dicono che sono 10356 gli stranieri residenti nella provincia di Crotone, quarta per numeri in Calabria. Per quanto riguarda il lavoro femminile solo il 42% di donne immigrati risulta occupato, contro la media nazionale che arriva quasi al 46%, lavori che riguardano maggiormente attività in famiglia, colf o badanti. Per quanto riguarda le nazionalità di provenienza sono quasi tutti europei i migranti residenti, in particolare provengono da Germania, Bulgaria, Svizzera e Ucraina, numeri importanti anche dal Marocco.