Share

Il ciclista Khasro lascia il Regional Hub: “Grazie alla Misericordia sono rinato”

“Voi della Misericordia siete stati la mia luce. Grazie a voi sono rinato ed è stato come sentirmi in una famiglia”.
Ha gli occhi visibilmente commossi ed emozionati, il ciclista Mohammed Khasro, che ha lasciato il Centro d’Accoglienza di Sant’Anna, dove è stato ospite per un anno. Nel salutare tutti, ha ripercorso i vari momenti della sua permanenza nel Centro, spendendo parole di apprezzamento e stima nei confronti di quanti l’hanno supportato e aiutato.
Mohammed Khasro, iracheno di 29 anni, è un ciclista professionista che va in bici da quando aveva 15 anni. In patria, così come in altri paesi arabi, ha vinto numerose gare ed è stato selezionato anche dalla nazionale irachena di ciclismo quando aveva 18 anni. Ha poi preso parte al campionato asiatico in Iran, giungendo 5° alla sua prima gara importante. Complessivamente ha vinto 8 gare in Iraq, 3 in Kurdistan e 2 in altri Paesi, assieme a numerosissimi altri piazzamenti. Costretto dalla grave crisi politica del suo Paese, ha poi deciso di lasciare l’Iraq temendo per la propria incolumità. E’ così giunto in Italia, paese del suo idolo Marco Pantani, attraversando Turchia e Grecia. Dopo aver trascorso un periodo a Milano ha deciso di giungere a Crotone per formalizzare la sua richiesta d’asilo. Nel Cara di Sant’Anna ha ricevuto accoglienza e sostegno da parte di tutti, tant’è che gli è stata prontamente regalata una bici per consentirgli di riprendere gli allenamenti e l’attività agonistica. “Nel cuore – ha commentato Khasro – mi rimarranno tutti gli operatori della Misericordia ed in particolare i miei amici Antonio, Caterina e Gina. Ringrazio anche gli agenti della Polizia di Stato che lavorano al Centro e che mi sono stati vicini. Voi italiani siete la mia rivincita nella vita.” A dimostrazione di quanto sia rimasto legato alla città pitagorica, Khasro ha deciso di rimanere a Crotone anche ora che ha concluso l’iter procedurale della sua richiesta d’asilo. “Rimarrò a Crotone – ha aggiunto infine – dove spero di allenarmi e diventare campione italiano di ciclismo”.