Share

So- Stare- ai margini Nuovi orizzonti alle Misericordie per rispondere ai bisogni sociali. Seconda edizione della High School Milano 16-18 Ottobre 2015

Il Governatore della Misericordia di Isola e il Parroco Don Edoardo Scordio insieme a un gruppo di operatori hanno partecipato a questo importante appuntamento che ha lo scopo di sviluppare risposte efficaci (culturalmente, operativamente, politicamente, religiosamente) ai nuovi bisogni sociali.

Venerdì 16 è intervenuto il Direttore della Caritas Ambrosiana Don Roberto d’Avanzo che in un colloquio con Don Simone Imperiosi Correttore delle Misericordie Toscane ha fatto emergere l’urgenza di un continuo rinnovamento che pur attingendo alle radici secolari porti le Misericordie ad essere oggi segno visibile di un servizio a tutto l’uomo nella sua triplice dimensione spirituale, intellettuale e materiale.

Sabato 17 Conferenza del Professor Mauro Magatti sul tema: “il Lavoro che non c’è crea umanità marginale”

Il Professore ha puntualizzato in maniera egregia la necessità di essere creativi in una società che non ci offre più un Welfare State e che ha bisogno invece del Welfare della Comunità di cui le Associazioni sono l’anima visibile e operante.

Le Quattordici opere di Misericordia aprono ad una gamma infinita di possibilità ma postulano una passione per l’uomo che può nascere solo da valori oggettivi e non discutibili.

Alle undici i Professori Luca Fazzi e Gianfranco Marocchi hanno riferito sul lavoro commissionato loro dalle Misericordie d’Italia di monitoraggio sulle Misericordie per una prospettiva di programmazione futura.

Si è inoltre puntualizzato sulle iniziative della Misericordia di Betlemme e di Lampedusa.

leo milano 2 leo milano expo