Il Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo di Crotone

Il 2 giugno 1999, diventa operativo il Centro di Accoglienza di S.Anna ad Isola Capo Rizzuto. Un punto di riferimento nel meridione che in 16 anni ha subito notevoli trasformazioni dal punto di vista della normativa giuridica e nella struttura stessa: dall’accoglienza nelle roulotte, si è passati ai container e alle palazzine in cemento, fino ai nuovissimi moduli abitativi prefabbricati.

Dal 22 novembre 2012 la  Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, si è aggiudicata, per i successivi 3 anni, durante i quali le Misericordie si contraddistinguono ispirandosi al principio di aumentare sempre maggiormente la qualità dei servizi offerti.

Ma partiamo con ordine. Cosa succede quando l’ospite arriva al Centro? Dopo aver provveduto al trasporto presso Testatala struttura, gli operatori di Misericordia procedonoall’espletamento delle procedure di accoglienza: registrazione degli ospiti e rifornimento di vestiti, generi di conforto, di igiene personale ed effetti letterecci, nonché all’assegnazione di una sistemazione negli alloggi predisposti al pernottamento. A questo punto l’ospite rimarrà nel Centro, con la possibilità di uscire all’esterno della struttura, in attesa che venga definito il proprio status giuridico. Compito questo, della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, presente nel Centro.

Nei giorni a seguire, l’ospite ha il diritto di usufruire di una serie di servizi attivi nel Centro, a partire dall’erogazione di tre pasti giornalieri (colazione, pranzo e cena) distribuiti in base alle usanze e le diete particolari di ognuno (vegetariani, celiaci, mussulmani). All’interno della struttura sono presenti uffici per l’assistenza sociale, l’informativa legale e il sostegno psicologico. In particolare, il servizio sociale persegue la finalità di favorire l’inserimento sociale dei richiedenti asilo, avendo cura di assistere gli immigrati durante la loro permanenza all’interno del Cara; il servizio legale offre a ciascun richiedente la possibilità di ricevere informazioni e assistenza sull’iter giuridico relativo alla richiesta di protezione internazionale formalizzata da ciascun ospite; l’assistenza psicologica si concretizza con la presa in carico di soggetti appartenenti a categorie vulnerabili. È inoltre attivo un ambulatorio H24 per il servizio sanitario che garantisce la presenza di medici, infermieri specializzati e un’ambulanza della Misericordia di Isola per le emergenze.

Attualmente, all’interno del centro d’accoglienza è in corso un’opera di rinnovamento strutturale che prevede la realizzazione di nuove infrastrutture a favore degli ospiti. A brevesaranno infatti inaugurate all’interno del Centro due nuove mense.