Share

Tra cultura e filosofia, al via oggi la 15esima edizione della “Cattedra Rosmini”

“Quale spazio per i valori di sempre, nella società “liquida” del relativismo, del nichilismo e del post-verità?”. È questo il tema della 15esima edizione della Cattedra Rosmini, il tradizionale appuntamento filosofico che ripropone la rilettura del pensiero rosminiano alla luce dei risvolti e delle peculiarità tipiche della società moderna. Anche quest’anno la Parrocchia dell’Assunta di Isola Capo Rizzuto ha voluto rinnovare il consueto appuntamento formativo, organizzando un ricco ed interessante programma che intratterrà i partecipanti fino a domenica 2 aprile. L’iniziativa culturale ha avuto inizio oggi pomeriggio presso il centro di cultura e spiritualità “Antonio Rosmini” di Capo Rizzuto ed ha visto la presenza di tutti gli insegnanti della scuola paritaria di Isola, oltre ad una delegazione di seminaristi provenienti dal “San Pio X” di Catanzaro. Dopo i saluti introduttivi, si è entrati nel vivo della tematica odierna con l’intervento dei relatori. Dapprima il parroco di Isola, don Edoardo Scordio, ha approfondito “La bellezza della differenza contro la cultura del gender”. Successivamente è intervenuto il sacerdote rosminiano don Gianni Picenardi che ha proposto “Discernere, accompagnare e integrare la fragilità della persona e della famiglia”. Domani interverrà Gino Dalle Fratte, già professore universitario di pedagogia generale a Padova, che approfondirà il seguente tema: “Rosmini, la carità, la verità e l’educazione”. La giornata di domenica, a conclusione dei lavori, vedrà invece le riflessioni e le osservazioni di tutti i partecipanti alla Cattedra. (Fonte: Parrocchia dell’Assunta)